Il Problema della Creatività Contemporanea (Specie in Italia)

In qualche misura, la creatività non è una questione di oggetti o di soggetti, ma di contesti che li veicolano. Mi capita di sentire frasi del tipo “se solo avessimo ancora (che so) cantautori come De André”, e via discorrendo… Ma hanno senso queste frasi? Sì e no. Sì, perché effettivamente i cantautori di oggi fanno schifo (essendo che non dicono nulla e sostanzialmente non sanno dire neppure quel nulla che dicono). No, perché oggi come oggi un De André non saprebbe che fare di buono, e sarebbe costretto a fare cose non buone. Tutto qui. A mancare è il contesto, il ritmo, il giusto silenzio e la giusta solitudine che serve per veicolare l’arte.

Dal mio punto di vista posso certamente dare una massima.

Il silenzio e la solitudine sono parti integranti dell’oggettiva possibilità di creare arte, e più in generale di pensare in senso creativo e autonomo.

Dal caos nasce solo il caos. Dal frastuono il frastuono, e via discorrendo. La prima cosa che direi a qualsiasi persona che mi chiedesse una o più lezioni di creatività è semplice: Riesci ad avere tre ore completamente libere per concentrarti su un progetto creativo? Chi di voi è in grado di rispondere affermativamente?

Questo è il problema della creatività qui da noi.

Annunci

Un pensiero riguardo “Il Problema della Creatività Contemporanea (Specie in Italia)”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...